Appuntamento del mercoledì con sbagliando s’impara.  Questa settimana con uno dei giochi più famosi del prolifico Antoine Bauza. Quali saranno gli errori? Prova a trovarli e controlla anche le risposte al quesito della scorsa settimana in coda al relativo articolo, avevi indovinato? Sbagliando s’impara!

“Takenoko” (Asterion Press, Asmodee, Matagot, 2011) è il gioco della settimana per la rubrica sbagliando si impara ed effettivamente i redattori si sono impegnati parecchio per trascurare il regolamento. In questa foto ci sono ben sette clamorosi errori. Riesci a trovarli?

Mettiti alla prova scrivendo in un commento la risposta, tra qualche giorno potrai verificare se avevi ragione grazie alla nostra spiegazione che unirà l’utile al dilettevole e ricorda: sbagliando si impara!

 

La soluzione è...

Ecco a voi gli errori:

  1. In basso a destra, tessera rosa, ci sono due miglioramenti (un Fertilizzante e un Recinto), ogni terreno può contenere al massimo sempre un miglioramento.
  2. In basso al centro, tessera gialla, c’è una sezione di bambù ma il terreno in questione non è stato irrigato in alcun modo, quindi è impossibile che ci sia bambù.
  3. Di fianco allo Stagno, lungo uno dei suoi lati, è stato piazzato un segmento di irrigazione/fiume, la cosa è vietata dal regolamento (oltre che inutile).
  4. Nella sezione di terreno rosa a sinistra, quella con il miglioramento irrigazione, c’è una sezione di bambù alta 5 pezzi, quando il massimo possibile è 4.
  5. Verso il fondo, c’è una sezione di terreno verde con un miglioramento Recinto. È impossibile posizionare un terreno in quel modo poichè quando si piazza un terreno è necessario soddisfare una di due condizioni: a) essere adiacente allo Stagno, oppure b) essere adiacente a due tessere terreno già piazzate.
  6. Nella sezione di terreno verde sopra lo Stagno, vicino a dove c’è il dado, è stata piazzato un segnalini irrigazione in modo errato, poichè questi devono sempre essere posizionati lunghi i bordi di DUE tessere terreno.
  7. Le tessere non scelte si mettono sotto alla pila degli esagoni a faccia in giù e non di lato.

Per quelli che hanno detto che il panda non poteva stare in quell’esagono, avete sbagliato, il panda può transitare e anche fermarsi sugli esagoni con il recinto ma non può mangiarvi bambù. Avevate indovinato? Bravi! E ricordate: sbagliando si impara!