PLAY 2017, nona edizione del Festival del Gioco, è oramai alle porte. Eccoci qui a presentarvi una carrellata di novità che saranno disponibili a Modena, nei giorni 1 e 2 Aprile 2017. Ringraziamo tutti gli editori che ci hanno cortesemente fornito le informazioni che riportiamo in questa serie di brevi comunicati.

Oggi è il turno della milanese Pendragon Game Studio, che si presenta in fiera con una novità, due espansioni e una coppia di titoli in anteprima. Eccovi una breve descrizione di cosa vi aspetta a Modena.

 

Warehouse 51

Novità Pendragon Warehouse 51di Bruno Faidutti, Sergio Halaban, André Zatz, titolo per 3-5 giocatori, dagli 8 anni, della durata di circa 45 minuti.

“Hai mai desiderato mettere la Lampada di Aladino sulla mensola del tuo camino o usare il Santo Graal come se fosse la tua personale tazza di caffè? Ora potrai! Grazie al fallimento degli Stati Uniti i suoi magazzini ricolmi di oggetti di inestimabile valore stanno per essere liquidati e tu potrai finalmenteavere la possibilità di esaudire i tuoi desideri.”

In Warehouse 51 vestirai i panni di un milionario desideroso di mostrare al mondo tutta la tua grandezza. Non sei però l’unico ad aver messo gli occhi sulla pregiata collezione del Governo Americano: magnati provenienti da ogni angolo del globo sono desiderosi di aggiungere questi rari e pregiati artefatti alle loro collezioni.

Ma non è sempre oro tutto ciò che luccica e coloro che desiderano accappararsi questi oggetti molto rari potrebbero però non sapere cosa si stanno aggiudicando. Dopotutto c’è una ragione per cui il governo ha tenuto questi oggetti nascosti in un magazzzino segreto per così tanto tempo.

In Warehouse 51 i giocatori saranno l’uno contro l’altro gareggiando in un’asta per accappararsi oggetti leggendari. Il milionario che riuscirà ad ottenerere gli oggetti più preziosi, evitando i pericoli che celano, sarà il vincitore.

Volete saperne di più? Leggete il nostro report su Cartoomics 2017, durante il quale abbiamo provato il gioco in anteprima!

 

Novità Pendragon CI AtzechiColoni Imperiali – Aztechi

di Ignacy Trzewiczek, espansione per Coloni Imperiali.

Nei tempi del suo massimo splendore l’impero Azteco si espandeva su quasi tutta l’America Centrale: la sua cultura e la sua influenza religiosa ranggiungevano le lande più estreme.

Ora in qualità di leader degli Aztechi potrai rivolgerti alle divinità per chiedere il loro aiuto. Utilizza le benedizioni e i favori divini per superare tutti i nemici! Con l’espansione Aztechi potrete aggiungere al gioco base di Coloni Imperiali un nuova fazione e una nuova meccanica di gioco sulla religione.
Pregando, tutti i giocatori potranno introdurre un elemento di casualità alla risoluzione delle loro azioni.

Cosa altro oserai chiedere agli dei?

 

Coloni Imperiali – 3 è un Numero Magico

di Ignacy Trzewiczek, espansione per Coloni Imperiali.

Ci vogliono tre gambe per fare stare in piedi un tavolo.

Ci vogliono tre carte di un colore per costruire un Impero.

Questa nuova espansione Impero introduce la meccanica dei SET. Con questa nuova meccanica i giocatori proveranno a raccogliere tre carte di un colore nel loro Impero per guadagnare speciali bonus e ottenere punti vittoria.

Vuoi costruire un Impero anche tu? Ricordati, 3 è un numero magico.

 

Le anteprime

Le novità Pendragon Game Studio non finiscono qua: oltre ai tre titoli precedenti, che saranno acquistabili in fiera, saranno visionabili due anteprime di altrettanti titoli proprietari:

The Way of Panda

di Andrea Mainini, Walter Obert e Alberto Vendramini, che sarà pubblicato il prossimo autunno.

Si tratta di un gioco di worker placement, dove commercianti, monaci e guerrieri vengono piazzati con un interessante meccanismo regolato da punti azione e con alta interazione tra i giocatori, che si sfidano bilanciando con abilità le diverse alternative strategiche, tra le quali costruire edifici, combattere i briganti e migliorare le caratteristiche dei propri personaggi.

 

Xi’an

di Francesco Testini e Marco Legato.

Si tratta di un gioco il cui tema promette di far rivivere la costruzione dell’armata di Terracotta, la cui realizzazione fu eseguita per ordine dell’imperatore della Cina, Ying Zheng.