Dopo l’avventura intergalattica di Kepler-3042 (recensito su ILSA#42) la coppia Placentia Games e Post Scriptum ci porta quest’anno ad esplorare la vita delle popolazioni native della regione dei Grandi Laghi, durante il periodo della guerra franco-inglese dei Sette Anni. Wendake è l’opera prima di Danilo Sabia, pubblicata attraverso una campagna Kickstarter di successo (con obbiettivo raggiunto entro le prime 24 ore, e un finanziamento finale pari al 413% della somma richiesta).

Wendake è un elaborato titolo gestionale per 1-4 giocatori, dai 14 anni, della durata di 60-150 minuti, basato su meccaniche di influenza su area, draft, collezione di set, piazzamento lavoratori e poteri variabili dei giocatori.

Il gioco è contenuto in una scatola rettangolare di dimensioni standard.
Wendake scatola
Al suo interno, ben stipati, troverete i seguenti materiali:
– 4 plance personali,
– 1 tabellone modulare (da comporre in base al numero di giocatori),
– 4 schede ri riassunto / aiuto di gioco,
– 2 tracciati segnapunti,
Wendake plance
– 30 tessere progresso,
– 71 tessere azione,
– 28 gettoni donna (nei colori dei giocatori),
– 28 gettoni cacciatore (nei colori dei giocatori),
– 4 gettoni fuoco sacro,
– 10 tessere moltiplicatore,
– 36 tessere tartaruga,
– 36 gettoni castoro,
– 2 tessere bandiera,
– 5 gettoni scambio,
– 4 indicatori ordine di turno,
– 3 tessere costi progresso,
– 1 gettone Cayuga,
Wendake fustelle
– 54 carte (36 Maschere, 10 Tribù, 4 riassunti, 4 Giocatore Fantasma),
– 17 indicatori azione,
– 20 canoe,
– 20 dischi tribù,
– 29 guerrieri,
– 1 cilindro contaturni,
– 100 segnalini risorsa (pelli, pesci, zuche, fagioli, mais),
Wendake carte e segnalini
– il regolamento (in 4 lingue: inglese, italiano, francee e tedesco),
– un libretto con il background storico e le regole per il gioco in solitario (in 4 lingue).
Wendake regolamento e background

I materiali di Wendake sono molto buoni: le plance e le tessere sono robuste; le carte, di formato standard, hanno finitura telata e opaca. Efficaci come sempre le illustrazioni di Alan D’Amico. Molto ricca e non sempre di facile interpretazione la variegata iconografia. Buona anche la componentistica in legno.
Ben organizzato, ricco di illustazioni ed esempi, l’elaborato manuale, impaginato in modo un po’ serrato. Interessanti le note storiche che accompagnano il regolamento in solitario.

Se questo unboxing vi ha incuriosito e cercate qualche altra informazione su Wendake, potete leggerne una recensione su ILSA#48.